In una giornata la follia del mondo – di Piero Nicola

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Piero Nicola

.

zzmncmSarà anche frutto di coincidenze, ma sembra che in un sol giorno la follia del mondo – o la sua pochezza, che ce lo fa apparire squilibrato per come è ridotto – abbia dato un saggio di sé.

Da Il Giornale del 27 giugno 2014 apprendiamo:

–          Venerdì scorso, mentre gli italiani sprecavano le loro trepidazioni guardando la partita degli Azzurri, il governo, nella persona del ministro dei beni culturali Dario Franceschini decretava una sorta di tassa ai danni degli acquirenti di dispositivi dotati di memoria digitale. Il prelievo a favore della SIAE, che sui telefonini era di O,9 euro, aumenta di circa il 500%.

–          La Rai avanza la pretesa di un canone sui computer posseduti dai cittadini.

–          Carlo Lissi, il quale ha confessato di aver ucciso sua moglie e due figlioletti di cinque anni e di venti mesi perché erano un ostacolo al suo progetto di unirsi a una donna amata, potrebbe aver mirato anche alla riscossione di un’assicurazione sulla vita della moglie, essendo egli  beneficiario della polizza.

–          Il capo del governo Renzi ha escluso l’ex capo di governo Letta, e membro del suo stesso partito, dalla carica di Presidente del Consiglio UE, avendo optato per l’elezione di Juncker (candidato dalla Germania) al fine di ottenere la flessibilità nei conti dello stato italiano, tuttavia in cambio dell’attuazione di riforme strutturali, che non alterino il patto di stabilità. Riforme strutturali dal significato magico quanto fumoso. Patto di stabilità che, rispettato, ci imprigiona nella crisi.

–          Il capo del governo inglese Camerun, contrario all’elezione di Juncker, successore di Barroso, non ha trovato di meglio che lanciare una pedestre minaccia, ha detto: “Ve ne pentirete”.

–          La finanza islamica vale complessivamente 1,7 trilioni di dollari e mette in seria soggezione la finanza dell’Occidente.

–          Il calciatore uruguaiano Suarez, di cui si fa tanto parlare in questi giorni per aver morso a sangue la spalla del nostro Chiellini durante la partita, e per mediatica distrazione dalle miserie del calcio nostrano, ha avuto in patria un’accoglienza da eroe, al grido di “italiani provocatori!”, essendo intervenuto al ricevimento il presidente dell’Uruguay. Il generoso Chiellini ha perdonato il povero affetto dalla sindrome di Dracula e ha criticato la FIFA per la punizione eccessiva inflitta al violento.

–          Forse il letterato, cinefilo, ex sindaco di Roma, ex segretario del Pd Veltroni, assurgerà alla carica di guida della Federazione italiana del calcio.

–          Cra e-Bay esclude dalla vendita la Mercedes appartenuta a Goering. Sarebbe stata una sorta di indegna pubblicità tributata al criminale nazista.

–          L’atleta statunitense Alysia Montano, all’ottavo mese di gravidanza, ha corso gli ottocento metri piani.

–          Il pm del processo Tortora, dopo trent’anni, chiede scusa; tuttavia si difende: “Ho creduto che ogni mia parola non sarebbe servita a nulla”.

Un commento offenderebbe l’intelligenza dei lettori.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

2 commenti su “In una giornata la follia del mondo – di Piero Nicola”

  1. normanno Mlaguti

    Temo che il florilegio potrebbe continuare,
    soltando allungando lo sguardo oltre certe mura vaticane e nel mondo della riforma modernistica in atto. Naturalmente con tutto il rispetto.

  2. Onore e gloria a quel quaranta per cento di italiani che ha votato per il PD , sapendo gia’ in anticipo dai giornali che a fronte dei misteriosi ottanta euro promessi da Renzi ,ce n’erano cento di tasse in arrivo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su