Uno sguardo al Sudamerica: il paese latinoamericano più pericoloso per i sacerdoti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Messico. Due giovani sacerdoti, don Ivan Jaimes e don Germain Muniz Garcia, sono stati uccisi il 5 febbraio nello Stato di Guerrero. Ritornavano insieme ad altre quattro persone da un paesino, Juliantla, dove avevano partecipato alla festa della Vergine della Candelora, quando la macchina su cui viaggiavano è stata costretta a fermarsi perché un automezzo bloccava la strada. Uomini armati non identificati hanno quindi aperto il fuoco uccidendoli entrambi e ferendo tre degli altri viaggiatori.

Sale così a 20 il numero dei sacerdoti  assassinati negli ultimi cinque anni,cinque dei quali nello stato di Guerrero. Dal 1990 a oggi i sacerdoti e i religiosi uccisi sono almeno 50, tra cui il cardinale Juan Jesus Posadas Ocampo, arcivescovo di Guadalajara, vittima di un agguato nel 1993. Secondo il Centro cattolico multimediale, un centro di ricerca locale, il Messico è il paese latinoamericano più pericoloso per i sacerdoti, più della Colombia, del Brasile e del Venezuela. Pagano con la vita il loro impegno in difesa degli emigranti e nella lotta contro la corruzione.

Il portavoce della diocesi di Chilpancingo-Chilapa, Benito Cuenca, nel condannare l’attacco ha raccomandato ai sacerdoti e ai religiosi di prendere tutte le precauzioni necessarie allorché la loro attività pastorale li mette in pericolo. Il vescovo della diocesi, Monsignor Salvador Rangel Mendoza, ha rivolto un forte appello alle autorità del paese, a tutti i livelli, affinché assicurino la pace in Messico. Nel 2017 gli omicidi sono stati più di 23.000, una media di 60 al giorno.

.

fonte: Città Cristiana

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

4 commenti su “Uno sguardo al Sudamerica: il paese latinoamericano più pericoloso per i sacerdoti”

  1. A mali estremi estremi rimedi.Questi miserabili devono essere puniti.Il demonio si è impossessato di loro.I sacerdoti devono essere protetti dalla legge con scorte armate.Il Male Diabolico si manifesta a causa di tutti i morti per guerre,aborti,delitti e per l’ abbandono della morale e del pudore .Tutte le ingiustizie e le sofferenze arrecate alla gente buona ed onesta.Per tutto questo, il Male si diffonde su tutto l’universo e su tutta la terra e colpisce anche gli innocenti.

  2. Giovanni Cerbai

    Chissà perché non mi meraviglia che tutto ciò accada in Messico, paese che è stato un secolo fa vittima di un feroce governo massone. Quella parte del Messico che si dimentica della Madonna di Guadalupe.

  3. Il messico purtoppo da molti anni è in mano ai narcotrafficanti. Probabilmente la mafia Messicana è la più potente di sempre (miliardi di dollari l’anno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su