USA – I presbiteriani “aprono” alle nozze omosessuali, crollo nel numero dei fedeli

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

zzlgpsbtrn“Svolta” storica nella confessione presbiteriana statunitense: l’Assemblea Generale, conclusasi a Detroit, ha approvato a larga maggioranza di consentire ai propri pastori la celebrazione di matrimoni tra persone dello stesso sesso, almeno negli Stati ove ciò sia consentito per legge.
La decisione choc fa dunque seguito all’altra, già assunta nel 2010, con cui venne rimossa la “clausola”, che imponeva ai pastori di praticare la fedeltà nel matrimonio o la castità se celibi: ciò provocò all’epoca un esodo di massa da parte dei tanti rimasti fedeli alle “origini”. Ed ora un fenomeno analogo pare concretamente profilarsi all’orizzonte, dopo questo ennesimo colpo inferto alla “tradizione”.
“Novità” che non sembrano dunque far bene al mondo protestante: i presbiteriani si uniscono anzi alla sorte infausta e fragile capitata ai seguaci della Riforma. Non a caso, le ultime statistiche rivelano un crollo verticale nel numero dei fedeli: meno 89.296 nel 2013, da sommarsi peraltro ai 102.791 persi nel 2012. Oggi alla comunità presbiteriana statunitense aderiscono 1.760.200 adepti, ma, se il ritmo attuale dovesse proseguire, potrebbero letteralmente sparire nel giro di vent’anni.
Secondo il Presidente dell’IRD, Istituto sulla Religione e la Democrazia, Mark Tooley, consentendo anche le nozze omosessuali, i presbiteriani avrebbero firmato la propria condanna ed accelerato la propria scomparsa: «Chi rispetta una chiesa, che riecheggia i rumori del mondo laicista?», si è chiesto. Parole, su cui anche il mondo cattolico dovrebbe riflettere… (M.F.)

 .

fonte: Corrispondenza Romana

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

2 commenti su “USA – I presbiteriani “aprono” alle nozze omosessuali, crollo nel numero dei fedeli”

  1. Se anche il numero dei fedeli fosse aumentato sarebbe stata un’apertura scandalosa e inaccettabile ma siccome certi ecclesiastici tradiscono Dio e aprono al mondo per aumentate il numero dei “fedeli”, dobbiamo sperare che tutto ciò faccia riflettere i membri del prossimo Sinodo!

  2. dante pastorelli

    Se scompare questa confessione non credo che ne sentiremo la mancanza. Non saremo noi a versar una lacrimuccia. Se poi i fuoriusciti tornassero all’unica Chiesa il bene sarebbe immenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su