Vescovo ungherese: “Il Papa ha torto, i rifugiati vogliono invaderci” – di Francesco Curridori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Un alto prelato ungherese si schiera con Orban: “Sono totalmente d’accordo con il primo ministro”

di Francesco Curridori

.

“Sulla crisi migratoria Papa Francesco ha torto e i rifugiati ci stanno invadendo”.

zzzzvscvngh

Sembrerebbero parole di Matteo Salvini ma non lo sono. Stavolta è il vescovo Laszlo Kiss-Rigo, responsabile di una diocesi dell’Ungheria meridionale (diocesi di Seghedino-Csan – ndr) a criticare la linea del Pontefice spiegando che coloro che arrivano in Europa, “non sono rifugiati”. “È un’invasione, vengono qui al grido di Allahu Akbar (Allah è il più Grande, ndr), ci vogliono conquistare”, accusa l’alto prelato intervistato dal Washington Post.

Kiss-Rigo si schiera dunque con Orban: “Sono totalmente d’accordo con il primo ministro”, il Papa “non conosce la situazione”. I rifugiati minacciano i “valori universali, cristiani” dell’Europa, ribadisce il vescovo, convinto persino che molti di loro non abbiano bisogno di assistenza in quanto ricchi. “Lasciano rifiuti e rifiutano il cibo offerto. La maggior parte di loro si comporta in un modo che è molto arrogante e cinico”, ha concluso Kiss-Rigo, da nove anni vescovo di una zona in cui vivono circa 800mila cattolici.

.

fonte: Il Giornale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

16 commenti su “Vescovo ungherese: “Il Papa ha torto, i rifugiati vogliono invaderci” – di Francesco Curridori”

  1. Splendido articolo; speriamo che ci sia anche qualche coraggioso Vescovo (o Cardinale) che attacchi Bergoglio sul “divorzio breve cattolico”!

  2. Parole sacrosante: su questo e.molto altro i Vescovi dovrebbero cominciare a “cantarle” un po’ a quello di Roma.

    1. Anch’io la penso come lei e Diego.
      Fa e disfa a suo piacimento, incurante anche di quel che hanno insegnato i papi conciliari da lui esaltati (es. discorso di Giovanni XXIII alla Sacra Rota o di S. Giovanni Paolo II, ripresi da Socci).

      1. Io direi quasi che la parola prelato è, o almeno dovrebbe essere,
        sinonimo di cattolico. quindi il commento di massimiliano è
        sufficiente!

  3. Piero Vassallo

    domando: San Pio V, il papa di Lepanto, era cattolico? il nome di Pio V è ancora scritto nel libro dei santi o è stato cancellato da Galantino? resistere ai propagandisti della falsa profezia maomettana è un atto spregevole e riprovevole? rifiutare il bacio al corano – libro di un falso profeta o di una precedente congrega di falsi profeti – è segno di empietà? ricordare la storia delle invasioni islamiche e delle insorgenze cristiane, che hanno debellato e respinto gli invasori è un peccato mortale? i nomi degli Eroi di Lepanto devono essere spostati nella colonna dei malvagi? sospettare la presenza di emissari dell’Isis nei barconi dei c. d. migranti è una colpa grave? contemplare con orrore il futuro islamico dell’Europa è un delitto contro il progresso dell’umanità in direzione della falsa teologia? dubitare dell’ecumenismo che apre le porte all’errore reca offesa al papa buonissimo? o l’ecumenismo sfrenato reca offesa alla pace cattolica? questo è infine il dilemma “ecumenico”
    .

    1. Affacciarsi alla finestra ed esultare gridando ” «…sono le 12, suonate le campane, abbiamo vinto a Lepanto.», come fece Pio V dopo la visione della vittoria, è ben diverso che affacciarsi alla finestra e invitare parrocchie, conventi e monasteri ad ospitare gli stessi che allora ricacciammo indietro. Per un papa è una prospettiva decisamente rovesciata. Allora si trattò di difendere la cristianità dall’attacco islamico, adesso si tratta di sottomettersi agli adoratori di Allah. Perché questo avverrà, se la Madonna delle Vittorie non avrà pietà di noi.

  4. Mi auguro che tale notizia abbia la necessaria divulgazione affinchè il maggior numero di “cattolici buonisti” si renda conto della grave situazione che stiamo vivendo e perchè il nostro Presidente del Consiglio la smetta di criticare , spesso offendendo , quanti non condividono la sua politica di “benevola” indiscriminata accoglienza.

  5. Questa notizia è apparsa per poco tempo sui circuiti mediatici. Perché? Perché la stampa, i media, essendo grossomodo al servizio di quei potentati ammazza-popoli dediti alla distruzione delle Nazioni e della Famiglia hanno dato pochissimo spazio alla notizia.
    E’ evidente che l’Ungheria di Orban rappresenta un elemento destabilizzatore nell’attuale Unione Sovietica europea monetarista, laicista, materialista ed in un certo senso pro-scafista.

  6. Si ha ragione il Vescovo ungherese, i rifugiati ci voglio invadere, da quello che vedo abitando a Roma, questi rifugiati vogliono i soldi, non vogliono da mangiare, chiedono l’elemosina, e nello stesso momento parlano con il cellulare, o fumano la sigaretta, vedendo uno tra’ i tanti che se ne vedono a chiedere l’ elemosina, con il crocifisso al collo, oppure il Santo Rosario, gli ho detto ti compro un panino, ma non lo ha voluto, voleva i soldi, poi gli ho detto ti metti la corona del Rosario al collo, dimmi una AveMaria, e’ rimasta/o in silenzio, si mettono gli oggetti sacri addosso, con l’ inganno,e l’ arroganza solo per ricevere soldi,sicuramente sono anche mussulmani, i 3 nemici della chiesa: Islam, massoneria, e la sinistra, questi rifugiati verranno anche finanziati dalle loggie ebraiche-massoniche, nessuno li ferma, ho una strana sensazione che potrebbe succedere, se vengono nella liberta’ nel relativismo, nel dialogo, a nome di Allah e’ il piu’ grande
    SIA LODATO GESU’ CRISTO

  7. Marina Alberghini

    Basta guardare quelle donne tutte intabarrate per capire che sono tutti islamici.E il papa li vuole nelle parrocchie? Qua i parroci sono in rivolta, dicono che prima devono assistere le famiglie e i loro parrocchiani.Le parole di Junker fanno paura, non si rende conto che ne arriveranno moltissimi altri e figlieranno si quadruplicheranno in pochi anni. .Questa è una invasione islamica voluta dal papa e da Obama, islamico pure lui, e dagli arabi.Perché questi islamici non vanno nei paesi islamici ricchissimi?Basta questo, per capire.

  8. Che vadano in Germania tutti, ma intendo tutti, a me starebbe anche bene ma soprattutto starebbe bene alla Germania!
    Peccato che poi noi ci rimetteremmo di seguito!
    Alla radio una def…iciente che diceva “eh sì, è giusto dire che dobbiamo pensare anche ai nostri di poveri, ma E’ QUESTA LA SFIDA! Che povero non scacci povero”!
    Già vediamo se magari ci stanno anche tutti gli altri poveri di tutto il mondo in Italia! vediamo se uno che nasce tondo muore quadrato, se 3 litri stanno dentro un contenitore da 1 litro!
    Ma sta cretina giochi d’azzardo con la sua di vita non con la vita degli altri! la prendono lei e gli altri buonisti come una sfida sti cretini, manco fosse una partita ai videogiochi! che provi l’enebriante sfida di gettarsi direttamente nel fuoco vediamo se vince. Non è nemmeno azzardo questo, è certezza del fallimento: MASOCHISMO, SINDROME DI STOCCOLMA, IDENTITOFOBIA!

  9. Il Papa e personaggi come Junker sono perfettamente consapevoli di ciò che sta accadendo, visto che sono comodamente seduti in sala regia. Consiglio a tutti di informarsi sul piano Kalergi, diabolico disegno di distruzione etnica dei popoli europei e della cristianità.

  10. Non capisco perché dovrei islamizzarmi, fare della fede una questione identitaria, laddove la bellezza della fede cristiana consiste anche nella sua capacità di incarnarsi nelle diverse culture senza identificarsi con nessuna, trascendendole tutte. Non vedo perché dovrei imitare quegli islamici che difendono un esclusivismo radicale. La fede cristiana si basa sulla buona notizia del Vangelo e sulla carità che ne è alla base e la cui trestimonianza è contagiosa. Sia lodato Gesù Cristo.

  11. E il “bello” è che leggevo proprio oggi che, a causa di strane “politiche” di inglesi e francesi, pare che siano paradossalmente proprio i profughi cristiani a trovare le maggiori difficoltà per l’accoglienza in Europa, proprio coloro che maggiormente avrebbero bisogno di aiuto e meno probabilmente creerebbero problemi agli europei! Se non è politica suicida questa…
    Tommaso Pellegrino – Torino
    http://www.tommasopellegrino.blogspot.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su