Alfie: Bitonci (Lega), governo fermi esecuzione e favorisca trasferimento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Roma, 23 apr. – “Il Governo fermi subito l’esecuzione di Alfie Evans e favorisca un accordo con le autorità inglesi per trasportarlo all’Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova, pronto a curarne il trasferimento e ad accoglierlo. Non possiamo accettare che oggi venga staccata la spina del piccolo Alfie affetto da una patologia neurodegenerativa non diagnosticata. Per questo abbiamo presentato un’interrogazione urgente al governo per impedire questo scempio. La tesi delle autorità sanitarie inglesi che preferiscono sopprimere Alfie piuttosto che autorizzarne la trasferta perché pericolosa per il bambino è assurda e priva di qualsiasi logica”.
Così il deputato della Lega Massimo Bitonci primo firmatario dell’interrogazione firmata anche da tutti i deputati veneti del Carroccio.
“Se a questo si aggiunge l’incuria e la negligenza dell’ospedale inglese documentata dal padre nel curare Alfie non si spiega perché venga permesso che continui questo sequestro di persona contro un innocente. Condotta che tra le altre cose viola non solo il principio fondamentale dell’UE sulla libera circolazione degli individui (ex art. 67: “L’unione realizza uno spazio di libertà sicurezza e giustizia nel rispetto dei diritti fondamentali…”), ma anche la stessa Magna Charta Libertatum, i cui principi tutti i popoli europei hanno assunto a modello per i moderni ordinamenti cosiddetti “democratici” (art. 42 MC: “ogni uomo potrà lasciare il nostro Regno e farvi ritorno senza danno o timore”). Alfie Evans – conclude Bitonci – ha diritto di vivere e non può essere un giudice civile a decidere sulla sua esistenza”.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

5 commenti su “Alfie: Bitonci (Lega), governo fermi esecuzione e favorisca trasferimento”

  1. Stefano Mulliri

    “La tesi delle autorità sanitarie inglesi che preferiscono sopprimere Alfie piuttosto che autorizzarne la trasferta perché pericolosa per il bambino è assurda e priva di qualsiasi logica”……siamo alla barzelletta finale, assistiamo alla caduta dell’impero che per tenere fede ai propri enunciati, preferisce cannibalizzare i propri figli piuttosto che fare un passo indietro. Hanno deciso così di andare a finire nel baratro. Non ci sono parole, questo è il futuro che ci aspetta, questi sono “i nostri valori di charlie ebdò” che volenti o nolenti ci hanno assegnato quali nuovi e unici diritti.

    1. Onore ai deputati veneti del Carroccio che ci danno la speranza che non tutto il mondo politico ha rinnegato i principi più elementari del vivere civile, secondo le leggi di Dio connaturate in ogni uomo. Non tutto è perduto se sorgono ancora persone così. E noi preghiamo ancora perché il Signore, padrone della vita, sottragga Alfie a questa terribile condanna a morte. Signore, Non siamo degni della tua pietà, ma Tu ricordati della Tua misericordia,
      dì soltanto una parola e Il piccolo innocente sarà salvato!

  2. Mi chiedo perchè solo all’ultimo minuto: all’ultimo minuto arriva questa interrogazione, solo all’ultimo minuto una dichiarazione di Paglia (peraltro ancora ipocritamente ambigua), all’ultimo minuto la presidente del “Bambin Gesù” vola in Inghilterra. il Sedicente invece ha parlato al penultimo minuto, in modo da poter tacere all’ultimo (vedi Regina Coeli di ieri)

  3. Enzo Ricciardi

    Al Signore Gesù Cristo nulla è nascosto! Egli legge nel cuore di ogni uomo. Lui solo conosce le cose più segrete e nascoste. E ognuno di noi, darà conto di ogni sua azione. Che Dio Abbia pietà di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su