Il santo curato D’Ars calca le scene americane

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Di Rita Bettaglio

Il 4 agosto, festa di San Giovanni Maria Vianney, ha debuttato a Houston, Texas, lo spettacolo teatrale Vianney, prodotto da Leonardo Defilippis, attore e fondatore della Saint Luke Productions, una corporation caritativa senza fini di lucro. Davanti a un pubblico di 1200 persone, nella parrocchia di San Giovanni Maria Vianney di Houston, ha preso vita il dramma ‘eroico’ di questo santo, quanto umile, sacerdote francese.
Il ‘one-man drama’ prorompe sulle scene in occasione dell’Anno Sacerdotale, promulgato da S.S. Benedetto XVI in occasione del 150° anniversario della morte di San Giovanni Maria Vianney, il Santo Curato d’Ars, patrono dei parroci.
San Giovanni MariaLa produzione teatrale, che sta riscuotendo un enorme successo negli USA, nasce da un’idea di Leonardo Defilippis.“Il mio interesse verso San Giovanni Maria Vianney risale a molto tempo fa…… circa 12 anni”, dichiara Defilippis in un’intervista a Ignatius Insight. Due anni fa l’esperimento: una breve scena presentata in parrocchia, per saggiare il ritorno del pubblico. Si trattava della scena in cui il Santo Curato d’Ars per la prima volta fronteggiava il demonio: una scena drammatica che risvegliò da subito l’interesse del pubblico. Il tempo passava e il 150mo anniversario si profilava all’orizzonte. “Venni a conoscenza che il Papa avrebbe fatto qualcosa a riguardo perchè il beato Giovanni XXIII aveva scritto un’intera enciclica [Sacerdotii Nostri Primordia, August 1, 1959] su Giovanni Vianney. Sapevo che il Papa non l’avrebbe ignorata. Ma quello che ha fatto, dichiarare quest’anno Annno Sacerdotale, è del tutto insolito nella storia della Chiesa. Non mi ha sorpreso molto, ma penso che molte persone ne siano state sorprese, e penso che sia perchè la maggioranza delle persone negli Stati Uniti non sa chi sia San Giovanni Maria Vianney”. Purtroppo anche molti sacerdoti.
Il dramma, che calcherà le scene degli Stati Uniti per tutto l’anno sacerdotale, dura 90 minuti e si avvale di ottima musica di Randall Debruyn. Lo spettacolo propone il racconto dell’intera vita del Santo Curato d’Ars: la vocazione, la Rivoluzione Francese, la presenza diabolica nel mondo e nella sua vita, la lotta acerrima che egli condusse contro il demonio per guadagnare a Dio il maggior numero di anime. Il tema principale è sicuramente riassunto in quest’interrogativo: “Che cos’è un prete?”.
“Se comprendessimo bene che cos’è un prete sulla terra, moriremmo: non di spavento, ma di amore…”, affermava il Patrono dei parroci di tutto il mondo. Questo è il senso dell’Anno Sacerdotale: “i media, anche quelli cattolici,” continua Defilippis, “non hanno realmente compreso granchè quando Benedetto ha annunciato l’Anno Sacerdotale. Egli ha fatto un collegamento tra il Sacro Cuore e il cuore di San Giovanni Maria Vianney. Egli è veramente un simbolo dell’immagine di Dio nel cuore della Chiesa”,.
Defilipis è stato attore per 25 anni e dice di non aver mai visto una risposta simile in tutta la sua carriera. Le rappresentazioni sono tutte prenotate per l’intero 2009 e si sta lavorando per portare lo show a Roma, per la chiusura dell’Anno Sacerdotale nel 2010. Da rappresentazione teatrale, il Vianney si è trasformato in movimento, il Vianney Movement. Il supporto all’opera di Defilippis è giunto da ogni dove, e continua a crescere. Oltre al cardinal Francis George, arcivescovo di Chicago, presidente della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti, molti altri vescovi, rettori di seminari, persone impegnate nella pastorale vocazionale hanno aderito al Vianney Movement ed utilizzano il dramma per ispirare nuovo fervore nella Chiesa. Alcuni vescovi hanno chiesto di avere una rappresentazione per l’intero presbiterio diocesano. Altri per i seminaristi. Altri fanno precedere lo spettacolo dall’Adorazione Eucaristica e lo fanno seguire dalla Confessione. “In alcuni casi il Vescovo ha assistito ad ogni rappresentazione che si è tenuta nella sua diocesi, anche 5, per mostrare di essere coi propri preti e col loro santo patrono.”, aggiunge Defilippis, “Non ho mai visto nulla di simile nella mia vita”.
La Saint Luke Productions, fondata e presieduta da Defilippis, ha prodotto anche film e video, alcuni dei quali insigniti di vari riconoscimenti. Ricordiamo Therese, film sulla vita di Santa Teresina, e Maximilian: saint of Auschwitz, su San Massimiliano Kolbe. In teatro: The Gospel of John, Saint Augustin, The Passion, Saint John of the Cross, Saint Francis, The gift of Peace, sulla vita di Gesù, tratto dai primi sei capitoli del Vangelo secondo Luca. Di ogni performance teatrale e cinematografica sono disponibili CD e DVD sul sito della Saint Luke.
Un’ultima cosa: andate sul sito della Saint Luke, cliccate su news and media e troverete una bella cappella virtuale con canti gregoriani e la possibilità di lasciare le vostre intenzioni di preghiera.
Per contatti sullo spettacolo Vianney è a disposizione un nome e numero di telefono: Janice Gonzalez, 800-683-2998.
Cosa desiderare di più?

Rita Bettaglio (Genova, 1966). Pubblicista, comincia a scrivere per la felice insistenza del prof. Piero Vassallo e da allora ho diverse collaborazioni (Giornale d’Italia, Certamen, Green Watch News, Tempi) di cui la più importante e formativa con Ragionpolitica, diretta da don Gianni Baget Bozzo.
Con questo articolo inizia a farci conscere testimonianze di Fede vissute in modi e luoghi impensati e spesso poco conosciuti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su