Straordinario successo della V Marcia per la Vita – di Aristide Menegazzo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Aristide Menegazzo

 

zzzzstmrc

.

Si è conclusa con uno straordinario successo ed un grande concorso di folla, proveniente dall’Italia e dal mondo, la quinta edizione della Marcia per la Vita, svoltasi a Roma questa domenica 10 maggio. La cifra, diffusa dalle autorità e ripresa anche da Adn Kronos e da altre agenzie, è di oltre 40 mila partecipanti, tra i quali moltissimi giovani, famiglie, sacerdoti, religiosi e religiose..

Sono giunti da tutta Italia, da Bolzano a Palermo, da Trieste a Lecce, con oltre 60 pullman, ma molti hanno raggiunto la Capitale anche in treno od in auto. Ma sono giunti anche dall’estero: Romania, Irlanda, Francia, Olanda, Germania, Svizzera, Malta, Croazia, Slovenia, Stati Uniti, Canada, Australia e da molti altri Paesi.

Il corteo, partito da via della Conciliazione-angolo via Traspontina, è proseguito per corso Vittorio Emanuele, piazza Venezia, Teatro di Marcello ed, infine, è giunto alla Bocca della Verità, dove tutti i gruppi pro-life stranieri sono saliti sul palco assieme alla portavoce nazionale, Virginia Coda Nunziante, che, nel discorso di chiusura, ha evidenziato come «i simboli, le bandiere, gli striscioni, i cartelli» sfilati nel corso della Marcia «sono il segno di vita di un popolo che non si arrende, che combatte, che vincerà. Giovanna d’Arco diceva che a noi è chiesto solo di combattere: è Dio che dà la vittoria». Ha poi precisato: «Il nostro rifiuto categorico di ogni compromesso non riguarda solo l’aborto, ma si estende ad ogni forma di violazione della legge morale, perché questa legge morale, la legge divina e naturale, non conosce eccezioni, è assoluta, in quanto inscritta nella coscienza di ogni essere umano. Sappiamo bene quali e quante aberrazioni oggi ci minacciano, a cominciare dalla follia del gender, che in un certo senso è ancora più grave dell’aborto, perché l’aborto vuole distruggere la vita fisica, mentre il gender corrompe la vita spirituale dei nostri figli, distruggendo la loro innocenza ed educandoli alla perversione».

In chiusura, la portavoce della Marcia ha dichiarato: «Noi ci rivolgiamo a tutte le madri d’Italia e del mondo e diciamo loro: ribellatevi a questa cultura di morte, ribellatevi a questa dittatura del relativismo e del nichilismo. Alzate la bandiera della vita spirituale e morale. E voi, padri di queste creature innocenti, non rassegnatevi, non rendetevi complici di questo delitto, combattete con noi per cancellarlo dalla storia».

E’ già stato preannunciato il giorno della prossima Marcia per la Vita: avrà luogo a Roma la seconda domenica di maggio.

.

fonte: sito ufficiale della  Marcia per la Vita 

.

per il testo completo del discorso di chiusura di Virginia Coda Nunziante, CLICCA QUI  

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

7 commenti su “Straordinario successo della V Marcia per la Vita – di Aristide Menegazzo”

  1. Parlerei di successo quando l’aborto verrà nuovamente condannato dalla legge civile, ma soprattutto dalla Chiesa che invece mi pare stia sdoganandolo con gli specialisti della misericordia.
    Se invece di marciare (ci sta pure il marciare, ma ci vuole anche altro) i cattolici facessero figli, ma non solo, volessero per loro solo ciò che vuole Dio, solo ciò che onora Dio e rifiutassero ogni stupidaggine modernista e rifiutassero tutti (alla marcia erano in tanti) la messa nuova e riempissero solo le chiese, le cappelle, gli ex bar, i capannoni dove si celebra quella tradizionale, allora le grazie fioccherebbero. Finchè vanno ad elemosinare un “buon giorno” da papa Bergoglio e poi non contrastano ad ogni costo ciò che umilia, ferisce, disonora il buon Dio e rende fiacche le anime, non parlerei di successo.

    1. Mi dispiace, gentile annarita, ma dissento da lei, e se non sbaglio l’ho già scritto in altra
      occasione: le battaglie GIUSTE dobbiamo sempre combatterle indipendentemente dall’esito
      che possono avere.
      Perché queste battaglie ci sono richieste da Dio, ma il risultato è sempre nelle SUE MANI.
      Quando saremo Lassù ci chiederà se abbiamo combattuto NON SE ABBIAMO VINTO!!!!!
      Non credo che questa mia convinzione (ce l’ho da sempre) sia sbagliata, ma se così fosse
      vi prego di correggermi.

  2. Sarà stata certamente una giornata stupenda e un grande successo di partecipazione ma l’evento è stato del tutto ignorato dai mass media anche cattolici (una cosa a dir poco vergognosa), nonché in chiusura del Regina Coeli anche papa Francesco non si è certo sprecato..

    1. Caro Daniele, i parroci delle parrocchie intorno a dove vivo hanno glissato completamente sull’argomento e credo che moltissimi altri preti li abbiano imitati: con un clero così laicista e politicamente corretto c’è da preoccuparsi!

  3. Le marce sono importanti, ma devono essere accompagnate da atti e fatti concreti.
    Mi sono sempre chiesto – lo faccio ormai da tantissimo tempo – perché tutti coloro che si dicono a favore della Vita non promuovano una raccolta di firma per l’indizione di un Referendum abrogativo della famigerata, immorale ed aberrante legge che nel 1978 – grazie a comunisti, democristiani e laici – ha stabilito la pena di morte per gli innocenti e sugli innocenti.
    Forse sarà una battaglia perduta in partenza? Pazienza, l’importante è l’aver intrapreso una, anzi La Buona Battaglia a favore della Vita Umana contro la morte.

  4. Sono del tutto d’accordo con te Diego. E anche l’Italiano ha proposto uno spunto sul quale riflettere seriamente..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su